Quattro chiacchiere in amicizia

Ci amiamo molto, perciò ci distruggiamo! Prima puntata: Figli e fiducia
3 Ottobre 2010
Perchè più dico di non farlo…e più lo faccio?
5 Ottobre 2010

Quattro chiacchiere in amicizia

Esploriamo una nuova fondamentale tappa del nostro percorso di Sviluppo Personale (vedi Post sulla Crescita Personale) 

Amicizia….. amicizia. Porto sicuro per i momenti bui o relazione gioiosa?Penso un po’ tutt’e due le cose. Una relazione (preferisco chiamare così i rapporti interpersonali, la parola rapporto invece a me sa di qualcosa che toglie invece di aggiungere) esclusiva, sicuramente privilegiata con un altro essere, in cui vi sono scambi, incontri, perché no, scontri, confronti, allontanamenti e riconciliazioni.Già qui una prima domanda da porsi è: quanto siamo pronti ad accogliere e vivere tutti gli elementi e le diverse fasi di un’amicizia, abbandonando l’assurda pretesa che rimanga sempre stabile e immutata?

Stiamo attenti, infatti, a immaginarla come un lago senza un minimo di increspatura. Se ci creiamo questa patinata e sentimentalista illusione, dietro l’angolo ci sarà la delusione.

 

Vediamola piuttosto come un fiume che affronta rapide, che a volte scorre placido e che parte e infine sfocia nel grande mare dell’amore. Sicuramente un’avventura vissuta insieme, piena di momenti da ricordare e foto in cui ci si rivede; ma è davvero tutto qui? Per me no!

 

L’amicizia è relazione, ogni relazione è un’esperienza affascinante nella misura in cui evolve e soprattutto ci fa crescere (anche se a volte ci vuole un po’ di tempo per capirlo).

 

È innegabile che gli amici, come noi del resto, cambino, e vi sono momenti in cui le strade possono anche dividersi. E quando avviene cosa fare?

 

Possiamo con amore e gratitudine ringraziare per le esperienze condivise per il pezzo di viaggio fatto insieme. Tenere dentro le cosiddette cose belle vissute. E quelle che vediamo brutte? Forse proprio quelle ci hanno fatto crescere…Chissà!

 

Non è semplice lo sappiamo tutti, gli ingredienti sono tanti da cercare, trovare e accuratamente mescolare: un po’ di pazienza, tanta consapevolezza, verità e trasparenza, lealtà e fiducia…

Del resto, la strada fino al mare è lunga, va goduta fino in fondo, magari con un amico vero.

Che ne pensate…amici?

3 Comments

  1. Batflavia ha detto:

    Solo una cosa… è molto difficile trovare amici veri ma è molto facile illudersi che tanti lo possano essere ed inevitabilmente ci si imbatte nella mancanza di alcuni elementi fondamentali come quelli che hai citato tu, come per esempio trasparenza e lealtà con conseguente perdita di fiducia.
    Cmq pazienza! anche questo aiuta a crescere e a capire che è bene selezionare!

  2. Alberto A ha detto:

    Infatti il punto è proprio cercare di non cadere nell’illusione da cui, inevitabilmente, discende la delusione. E allora come si fa?
    Penso che convenga affidarsi alle risorse interiore, al proprio fiuto, se vuoi….
    Grazie per il commento… A presto

    • Rosa ha detto:

      Questo articolo mi capita a….fagiolo. Di recente ho trascorso una vacanza di 2 settimana con un’amica “storica “. Decidendo di condividere tempo e spazi (stesso appartamentino) , ritenevo che non avremmo avuto contrasti……ed invece…giorno dopo giorno ho vissuto situazioni di normale quotidianità in modo molto frustrante, anzi di prevaricazione. Di solito non rispondo al momento, incasso e , con l’amica in questione, avevo un atteggiamento di reverenza. Solo l’ultimo giorno ho avuto la forza ed il coraggio di esprimere il mio punto di vista diverso. Come ben si dice nell’articolo, un amico non può essere in sintonia totale con il proprio pensiero. Ho usato questa esperienza x mettere a nudo le mie fragilità…tendo a servirei…tendo ad essere accondiscendente .Devo imparare ad esprimere il mio punto di vista. Attualmente l’amica continua a chiamarmi, mi sono incontrata, leii si è comportata come se niente fosse , io ho detto l’essenziale. Sono 40 anni che ci conosciamo, le sono riconoscente per il supporto che mi ha dato in momenti bui della mia vita, ma non voglio rimettermi in situazioni in cui lei dice ed io ubbidisco come una brava scolaretta che deve meritarsi un bel voto! Cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.