Autostima e Crescita Personale tra ghiaccio e vapore

Crescita personale: Amore e coppia
9 gennaio 2011
Comunicazione e crisi di coppia: il mondo del TU
20 gennaio 2011

Autostima e Crescita Personale tra ghiaccio e vapore

L’acqua è ghiaccio o vapore? 

Nuova tappa del nostro viaggio nel mondo della crescita personale. Qual è l’aspetto più utile del padroneggiare le proprie convinzioni? Questa è una domanda che mi pongo spesso, ciclicamente. Cerco di comprendere sempre  più a fondo cosa può donarci di pratico, utile e spendibile ogni giorno, nel nostro percorso di crescita personale, il processo di riconoscimento e gestione delle proprie convinzioni.

Qualche sera fa, rientrato a casa mentre ero assorto nei miei pensieri questa domanda è tornata ad affacciarsi nella mente. Quando una domanda fa capolino, difficilmente mi lascia se non mi dedico un po’ a lei. Così, mi sono detto che, se dovessi rispondere con tre parole, direi che l’essenza del lavoro sulle convinzioni, il cuore di tutto è fatto di:

  • Consapevolezza
  • Flessibilità
  • Potere
  • Libertà

Sì, lo so…sono quattro ma non sempre riesco a fare esattamente ciò che penso! ; -)
Ho ricordato una frase di Jorge Luis Borges che mi piace molto: “L’uomo alla fine diventa il prodotto delle sue circostanze”.

 

È il gioco delle forme e dell’essenza di cui l’acqua è la grande maestra.

Guardando, infatti, il bicchiere con il ghiaccio che avevo in mano e il vapore che fuoriusciva dalla pentola tutto è stato più chiaro.

L’acqua è l’elemento più presente in natura, è l’elemento cardine del nostro corpo: il fisico di una persona adulta è composto per circa il 65% di acqua e nell’embrione la percentuale è del 85%, nel neonato dal 75% al 85%. L’acqua è l’elemento cardine della vita.

 

Qual è la precisa forma dell’acqua?

Nessuna e tutte, l’acqua è flessibile, si adatta. Dura sotto lo zero, eterea sopra i cento gradi, con diversa densità tra zero e cento. Ha una sua forte identità ma sa adattarsi all’ambiente, prende la forma del suo contenitore senza mai confondersi con esso.

È fondamentale per la nostra crescita personale ricordare  sempre che  le convinzioni sono ciò che danno forma al nostro pensiero e alla nostra vita, esattamente come un contenitore o il clima atmosferico fanno con l’acqua.

Comprendere bene questo può darci

  • Consapevolezza che vediamo, pensiamo e agiamo in base al contenitore che finora abbiamo avuto… alla temperatura cui siamo stati esposti. Siamo, in realtà, molto più di ciò che siamo convinti di essere, dei nostri comportamenti attuali, delle nostre abitudini fisiche e mentali. Consapevolezza di limiti e di possibilità inesplorate.
  • Flessibilità nel cambiare ciò che non ci piace e ci procura malessere e rafforzare ciò che ci piace e ci dà benessere.
  • Potere Personale, nel senso di maggiori possibilità personali. Più sono flessibile, più posso sperimentare scelte diverse, percorrere  strade inesplorate, tracciare nuove mappe e vivere altre avventure.
  • Libertà di scelta vera: non tra “A  o B” ma tra le molte, diverse  opzioni che vedo, creo e vivo. Libertà di scegliere di non scegliere.

 

Se mi convinco di essere ghiaccio, mi destinerò ad essere duro e spigoloso a vita.

Convinto di essere vapore rischio di sentire vuoto e inconsistenza dentro e intorno a me.

Quando credo di essere il bicchiere in cui mi hanno messo, sono fuori dal mio flusso di crescita personale: mi adeguo alla massa, al gruppo, alla famiglia, al mio partner e rischio di sentirmi lontano da me stesso, privo di una mia essenza identitaria.

Sapendo di essere acqua comprendo, sperimento e sento che posso ghiacciare quando serve, evaporare se mi va, abbattere montagne, stare fermo in un bicchiere, cadere giù in picchiata come una cascata, nutrire il mondo intorno a me, prendere ciò che nel mio percorso incontro e portarlo con me, riflettere luna cielo stelle e sole…. E queste sono alcune delle infinite possibilità.

Perché l’acqua non è né ghiaccio né vapore e l’acqua è ghiaccio ed è vapore!

 

Rimaniamo flessibili, nel flusso della vita, la crescita personale diventa inarrestabile!

 

Spesso sopravvalutiamo la nostra flessibilità, siamo poco consapevoli dei nostri schemi mentali e della routine che ci rendono sempre meno creativi, limitando come pesanti zavorre la nostra crescita personale.

Per gustare appieno il tuo viaggio nella crescita personale, puoi testare la tua abituale flessibilità, ponendoti domande semplici come queste:

Da quanto tempo non assaporo un cibo assolutamente nuovo?

Qual è stata l’ultima volta in cui mi sono stupita/o di un mio comportamento assolutamente inaspettato?

Quando, nei mie rapporti interpersonali, ho fatto qualcosa di talmente diverso da stupire chi mi conosce?

Qual è l’ultima volta che mi sono ritrovato a pensare che davvero la vita è magica e imprevedibile?

 

Lascia un commento condividendo ciò che esattamente adesso, dopo la lettura, a caldo stai pensando, sentendo. Cresciamo Condividendo!

Splendida giornata a te!

Antonio

12 Comments

  1. La strega ha detto:

    mi ha condiviso il tuo commento mentre stavo riflettendo proprio su cosa sono acqua ghiaccio o vapore…e mi sono resa conto di quante volte ho cambiato il mio status…ho notato che ogni volta che ero ghiaccio…davo e ricevevo raffiche di vento pungenti..passata poi al vapore…ricevevo il niente…restare acqua è molto difficile…perchè spesso capita che sono gli agenti esterni che ne modificano la temperatura…il ghiaccio è duro è difficile da rompere..lo puoi scalfire ma difficile da bucare…il vapore hai la sensazione di catturarlo ma…si dissolve…l’acqua è il perfetto equilibrio che ognuno dovrebbe raggiungere…senza aver paura di quale conseguenze possano esserci…

  2. Valentina ha detto:

    troppo vere le tue parole… spesso siamo bloccati nelle solite routine talmente tanto che non viviamo più VERAMENTE…che bello quando fai qualcosa che nessuno si aspetta,tu ti senti VIVO e gli altri capiscono che in realtà in te ci sono TANTI MONDI DIVERSI …

  3. Droxy ha detto:

    Bellissima questa analogia con i diversi stati dell’acqua.
    Pensare a noi in questo modo ci aiuterà veramente ad adottare maggiore flessibilità alle situazioni, a sperimentare diversi nostri stati.
    Grazie!

  4. Antonio Q ha detto:

    Cara la nostra strega,
    Hai focalizzato un aspetto importantissimo, ciò che riceviamo dall’ambiente è ciò che diamo:

    Quando siamo ghiaccio riceviamo ciò che diamo, raffiche pungenti.

    Quando siamo vapore sfuggiamo a tutti…e riceviamo lo stesso, tutti ci sfuggono.

    quando siamo acqua siamo capaci di dare e ricevere equilibrio,

    Grazie di cuore per la tua riflessione!

    Splendida serata a te!

  5. Antonio Q ha detto:

    Cara Valentina,

    LA LIBERTA’ E LA FELICITA’ SONO UN NOSTRO DIRITTO PER NASCITA!

    Sperimenta, divertiti, inventa, fanne più spesso di cose che stupiscono!

    Nel rispetto e nell’amore per noi stessi e per gli altri, sperimentiamo tutto ciò che ci da benessere e ci fa sentire veramente liberi,,,anzi, citando le tue parole in maiuscolo, tutto ciò che ci fa sentire:

    VERAMENTE VIVO… TANTI MONDI DIVERSI!

    Grazie!

    Splendida serata a te!

  6. Antonio Q ha detto:

    Cara Droxy,

    Grazie a te!

    Che la metafora ti sia piaciuta e ti sarà utile non può che rendermi felice.
    Significa che il mio inconscio ha lavorato bene nel suggerirmela.

    Pensiamo a cosa può produrre guardare una pentola in cui l’acqua bolle mentre sorseggi una bibita con ghiaccio…

    se sei perso nei pensieri e stai altrove, perso nella mente, nulla; ti sembrerà solo routine e un attimo identico ad altri miliardi.

    Se rimani nel qui ed ora, sei nel flusso della vita, presente a te stesso… il tempo rallenta, tu contempli, esce fuori una meditazione, che crea una domanda, che origina una riflessione, che diventa un post… che arriva ad altre persone …. che…

    è il caso di dire MEDITIAMO GENTE…MEDITIAMO!

    Grazie di cuore!

    Splendida serata a te!

  7. Paola ha detto:

    “L’uomo alla fine diventa il prodotto delle sue circostanze”.

    Grazie a te sto cercandi di essere padrona delle mie convinzioni… cercando di gestirle nel mod migliore.

  8. Antonio Q ha detto:

    paola scrive

    “L’uomo alla fine diventa il prodotto delle sue circostanze”.

    Grazie a te sto cercandi di essere padrona delle mie convinzioni… cercando di gestirle nel modo migliore.”

    Grazie a te cara Paola!
    Gestire al meglio le proprie convinzioni rendendole nostre amiche è un passaggio fondamentale.

    Continua così!

    Ti auguro uno splendido percorso!

    A presto

    Antonio

  9. Renata ha detto:

    Bellissima la tua riflessione. Io mi zento come acqua incastrata tra le rocce che non può uscire, magari solo evaporare. Io incastrata nel lavoro, tra i doveri e per difendermi cerco di non sentire niente per non stare male. Grazie a te, Antonio, ho cominciato a riflettere su me stessa che da troppo tempo non sono padrona di me stessa

  10. Susanna Follin ha detto:

    Non sono mai stata ben convinta di nulla … è da un po’ che io mi sento come l’acqua: a volte liscia e fluida altre increspata dai sassi sopra i quali scorro altre volte forte e potente per poi a volte ritrovarmi assorbita e prosciugata da qualche terra arsa . Ho viaggiato molto e la mia curiosità mi ha portata a sperimentare e a cogliere le occasioni e le opportunità della vita . Mi piace seguirti, tu sai esprimere pensieri e convinzioni che nel mio profondo sono sempre stati radicati e mi stai finalmente liberando da quel senso d’invidia verso coloro che urlano le proprie convinzioni e sicurezze e, finalmente sta aumentando la mia autostima! Grazie Antonio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.